Vai alla barra degli strumenti

Il nostro presepe ecologico

Ciao Mattia, abbiamo saputo dai nostri lettori che tu sei uno degli autori del presepe che è stato realizzato presso l’oratorio di Bisuschio, ce ne vuoi parlare?  

Per cominciare vogliamo sapere quante persone ci hanno lavorato e chi erano?

  • Eravamo una dozzina di persone, tra cui ragazzini di quinta elementare e genitori che ci aiutavano.

Quali materiali avete utilizzato per crearlo?

  • Abbiamo utilizzato rotoli di carta igienica, muschio, colla a caldo, scottex, carta colorata con i pastelli a cera, statuine fatte con argilla, rivestite con cotone, lana e vari tessuti.

Potremmo dire che il vostro è un presepe Green e questo ci sta molto a cuore in questo momento storico…

  • Sì, effettivamente il materiale usato proviene principalmente da oggetti che sarebbero finiti nella spazzatura.

Quando avete lavorato alla realizzazione del presepe? Chi coordinava i lavori e quali attrezzature avete utilizzato?

  • Ci siamo trovati in oratorio la domenica pomeriggio nel periodo dell’Avvento; i coordinatori dei lavori erano le catechiste, i genitori e i nonni dei ragazzi. Abbiamo usato il Patafix e la colla a caldo per incollare le statuine.

È stato difficile fare questo lavoro?

  • No, affatto, è stato molto divertente e coinvolgente.

Questa esperienza ti è piaciuta? E ai tuoi compagni?

  • Sì, a me è piaciuta molto e credo anche ai miei compagni, anche per il fatto che ogni volta, al termine dell’attività, c’era la merenda.

Raccontaci un momento particolarmente significativo

  • Il momento più bello è stato quando, alla fine della costruzione del presepe,  osservandolo, ci siamo resi conto che la collaborazione aveva dato buoni risultati.

Quale messaggio vuole trasmettere il vostro presepe?

  • Il messaggio principale è rivivere la nascita di Gesù attraverso un segno concreto. Inoltre, costruendo un presepe ecologico, con materiali di recupero,  si può eliminare l’inquinamento nel mondo e allo stesso tempo augurare buon Natale a tutti.

Ti ringraziamo molto per aver accettato di rispondere alle nostre domande ed ora non ci rimane che metterci al lavoro per realizzare il presepe nelle nostre case, Natale è alle porte!

Potrebbero interessarti anche...