Grazie Lilly

Lilly, una signora ebrea sopravvissuta alla Seconda guerra mondiale, è venuta a raccontarci la sua esperienza, soprattutto di come sia riuscita a nascondersi dai soldati delle SS quando aveva pochi anni, senza genitori e con risorse limitate. Tuttavia, grazie all’aiuto di una famiglia coraggiosa che l’ha tenuta nascosta, fingendo che fosse una loro cugina, ha potuto salvarsi.

Le parole della signora Lilly ci hanno toccato il cuore e nell’ascoltarla abbiamo provato diverse emozioni:

TRISTEZZA: perché ci ha raccontato che durante la guerra ha perso il papà, la mamma è morta poco dopo per una malattia e ha dovuto vivere nascosta per diversi anni.

GIOIA: quando è finita la guerra e lei è andata a vivere con sua zia a Milano.

SOLIDARIETA’: la signora Lilly è una di noi, è una persona gentile e buona che non avrebbe mai dovuto subire quello che ci ha descritto, così come tutti gli ebrei di quel tempo. 

La Signora Lilly ha fatto un bellissimo discorso ma una frase, fra le altre, ci ha colpiti di più:

“Una volta ero a fare una passeggiata con mia madre e mio padre perché c’erano pochi soldati per le strade, però ci hanno fermati e  sono stata presa in braccio da un soldato dell’SS, per fortuna il soldato mi ha lasciata e sono stata portata a casa dai miei genitori. Quella è stata l’ultima volta che ho visto i miei genitori insieme.”

                                                                                                                                                                         

La prima foto indica come un tempo alcuni considerassero l’umanità divisa in razze diverse: alcune migliori e altre inferiori.

Noi oggi sappiamo che siamo tutti UGUALI e allo stesso livello come mostra l’ultima foto. E’ davvero assurdo che tanti anni fa persone innocenti siano state perseguitate e uccise per colpa di idee così sbagliate!

Sulla destra si può notare la signora Lilly che speriamo di rivedere ancora per ascoltare altri suoi racconti tanto interessanti e coinvolgenti.

GRAZIE LILLY!!!

Potrebbero interessarti anche...