A spasso per l’Europa

Amsterdam e i Paesi Bassi

Studiando geografia abbiamo notato tra i nostri compagni di classe un grande interesse per i Paesi Bassi, comunemente detti Olanda. Abbiamo perciò scelto di farvi fare un viaggio virtuale in questo magnifico paese, illustrandovi in particolare Amsterdam, la città più famosa dei Paesi Bassi.

Amsterdam conta quasi 800.000 abitanti e si sviluppa su un insieme di circa 90 isolotti situati all’estuario del fiume Amstel e divisi da un’intricata rete di canali; è molto bella dal punto di vista urbanistico, tanto da meritarsi l’appellativo di “Venezia del Nord”; attira numerosi turisti anche per la sua vita notturna e vivace e per il libero clima culturale che la caratterizza.

Ancora oggi è una città mercantile per vocazione, ma la sua fortuna iniziò nel tardo Medioevo, con la costruzione della Lega Anseatica, un’alleanza di città portuali del Nord Europa creata con lo scopo di esercitare il monopolio sui commerci dell’Europa settentrionale e del Mar Baltico.

Amsterdam possiede uno dei maggiori centri rinascimentali di tutta l’Europa: moltissimi edifici risalgono al periodo tra il XVI e XVII secolo, conosciuto anche come Età dell’Oro.

Amsterdam fa parte del patrimonio UNESCO dell’umanità. Gli edifici più importanti sono: La Oude Kerk, Il Palazzo Reale e molto conosciuto è anche il rifugio di Anna Frank.

Cominciamo con La Oude Kerk: è la chiesa più antica della città risalente all’ XIV secolo.

Il Beginhof, fondato all’estremità dell’abitato nel 1346, ospitava invece le beghine, donne nubili o vedove che si dedicavano a una vita di preghiera e povertà, occupandosi dei poveri e dei malati.

Testimonianza dell’antico splendore è il Palazzo Reale, in origine municipio della città e risalente al XVII secolo; si affaccia sulla grande piazza Dam. In realtà la famiglia reale non vi soggiorna, ma l’edificio è abitato durante cerimonie ufficiali.

Ora parliamo del famosissimo rifugio di Anna Frank, l’appartamento dove Anna Frank visse nascosta con la sua famiglia dal 1942 al 1944, esso ricorda uno dei periodi più tristi della storia del Novecento. Il nascondiglio era un bilocale al quale si accedeva attraverso un passaggio nascosto da una libreria. Qui Anna scrisse il suo famoso Diario. Attualmente ospita in un museo dedicato alla giovane scrittrice ebrea, morta nel campo di concentramento di Bergen-Belsen.

Amsterdam è anche una città ricca di musei pur essendo relativamente piccola. In particolare il Rijksmuseum detiene la più grande raccolta di arte fiamminga del mondo. Un altro museo molto importante è il museo Van Gogh, che ospita la più grande collezione di quadri dell’omonimo pittore olandese.

E prima di terminare non potevamo non parlarvi dei Paesi Bassi in generale; i Paesi Bassi contano circa 16 milioni di abitanti e hanno una superficie di 41.543 kmq con una densità di 403 abitanti per kmq. La forma di governo è una monarchia costituzionale; la lingua principale è l’olandese, ma sono molto diffusi anche tedesco e inglese. I Paesi Bassi sono famosi soprattutto per i suoi Polder, ossia dei terreni che prima erano sommersi dall’acqua, ma che poi sono stati “strappati” al mare per ottenere spazi da dedicare alle coltivazioni in particolare quelle di fiori, tra cui i celebri tulipani.

Potrebbero interessarti anche...